IV domenica di Avvento

LUCA 1, 26-38


Il Vangelo di questa domenica ci ripresenta di nuovo l’importanza della Vergine Maria nella storia della salvezza. Certamente, crediamo soltanto nell’unico mediatore, Gesù Cristo, ma Dio stesso per mezzo del suo messaggero, l’Arcangelo Gabriele, ha chiesto la cooperazione di Maria. Siamo anche indebitato a Maria, perché lei nella sua libertà ha risposta al Signore: «Avvenga per me secondo la tua parola».


Osserviamo il grande onore e stima che l’Arcangelo Gabriele ha per Maria con le parole del suo saluto: «Rallegrati, piena di grazia, il Signore è con te»! Questa traduzione dal greco originale ci aiutano a capire che Maria, sebbene solo umana e creatura di Dio, come tutti noi, ha ricevuto una grazia singolare di essere piena di grazia poiché di più non è possibile. Senza una buona comprensione delle Scritture la nostra devozione, in quanto Cattolici a Maria, viene fraintesa. I nostri insegnamenti e devozione ufficialmente non è adorazione di Maria. Adoriamo solo Dio e crediamo nell'unico mediatore, Gesù Cristo.


La nostra devozione per Maria, indipendentemente dalla grandezza, non è superiore a quella di Dio stesso e, in secondo luogo, degli angeli. Nella prima parte dell'Ave Maria, ripetiamo le parole delle Scritture. Prima quella dell'Arcangelo Gabriele: «Ave Maria, piena di grazia! Il Signore è con te». Poi ripetiamo le parole del saluto di Elisabetta a Maria: «Benedetta sei tu fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno», e aggiungiamo Gesù seguito da «Prega per noi peccatori, ora e nell'ora della nostra morte. Amen».


Quanti di noi non chiediamo le preghiere degli altri? Perché non chiederlo a Maria, che è piena di grazia? E perché non salutare Maria con le stesse parole con cui è stata salutata da un Angelo mandato da Dio e da quella di Elisabetta, saluti che si trovano nella Parola di Dio. E Maria nel rispondere alle nostre preghiere ci aiuterà a dire: «Ecco il servo del Signore: Avvenga per me secondo la tua parola [come il Signore vuole, per noi]». Per un'ulteriore riflessione, ognuno di noi può chiedere: In che modo la nostra devozione a Maria può aiutarci a prepararci durante questo tempo di avvento a accogliere Gesù sempre più intimamente nei nostri cuori?


Don Leo




27 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti